Gonfiati i dati sull’accertamento denunciano finanzieri democratici

Il 90/95% degli accertamenti fiscali cade sistematicamente dinanzi alle Commissioni

 Tributarie di primo e secondo grado, mentre l’evasione cresce assestandosi intorno i

45 mila miliardi delle vecchie lire.

I finanzieri democratici lamentano inoltre,  la scarsa qualità nei controlli fiscali , privilegiando la

quantità  a discapito della qualità,  intesa come maggior attenzione nei confronti di alcune

categorie  professionali ,  primari , avvocati e commercialisti noti.

 

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Download [600.20 KB]